mercoledì 9 giugno 2021

Non voglio tornare indietro

 


Stanotte ho fatto un sogno.

Andavo dalla parrucchiera per tagliare i miei capelli argento lunghissimi (in realtà ho un carrè che arriva alle spalle) e lei me li tingeva di castano (che sarebbe il mio colore originale). Il risultato era bellissimo: lunghi capelli castani. Poi ci pensavo su e le dicevo: "Vabbè con un lavaggio torno quella di prima!" e lei mi rispondeva:"No, sono tinti, per avere il colore naturale non devi più tingerli e devi aspettare che crescano!" e lì andavo in panico, "Ma come?! con la fatica che ho fatto per averli così, cavolo, adesso li dovrò tagliare!  e non voglio! e rifare il trattamento schiarente e aspettare di nuovo!! No, li rivoglio come prima!," e mi disperavo, ricordando la mia chioma d'argento lunghissima e non riconoscendomi allo specchio.

Ho tentato una traduzione.

Naturalmente i miei capelli grigi sono un simbolo. 

Dopo la conversione al naturale (che non  avrei fatto se non avessi avuto una dermatite da stress) ho impiegato un anno e più a cambiare l' immagine interiore che avevo di me: ogni volta che mi specchiavo era una novità. Ora ho capelli grigi, con qualche ciocca bianca e qualcuna più scura, i miei capelli mi piacciono e ho il viso più luminoso. Credo di dimostrare la mia mezza età, forse qualche anno in più, forse in meno, ma non me importa. Sto cercando di far pace con il tempo che passa, so che è inutile litigarci, lui è inesorabile. Ma il vero significato del mio sogno non è nei capelli o nella vecchiaia. 

Il significato riguarda la sfera interiore. In questi anni, la vita mi ha preso a strattoni ed io ho dovuto reagire, è stato faticoso e mai tornerei indietro, mai rifarei la stessa strada, perchè mi è costata tanto e soprattutto ho imparato tanto di me, non tutto naturalmente, ma ora sono una persona molto diversa da qualche anno fa, non mi scambierei con quella che ero, perchè ero molto meno consapevole. 

Insomma il tempo non è passato invano. I miei capelli naturali sono una conquista, un punto di non ritorno, da cui ripartire, frutto della fatica fatta per superare prove per me molto pesanti. 

Nel sogno mi mostro come ne sia interiormente convinta. No, non voglio tornare al passato (alla giovinezza, ad un livello di consapevolezza inferiore), voglio andare oltre, al presente e al futuro.

Anche a voi capitano sogni così? Sogni che avvertite come segnali chiari dal vostro inconscio? e soprattutto: tornereste indietro?

7 commenti:

  1. Non tornerei indietro nemmeno di un giorno, come te, e forse come a tutti, anche per me la storia passata, a volte davvero sofferta, mi è stata maestra e oggi a metà strada fra i sessanta e i settant’anni mi conosco molto meglio e come te desidero andare avanti, non fa nulla se l’andate avanti significa andare inesorabilmente verso la fine terrena, l’importante è saper vivere appieno il tempo che la vita ci dona.
    A proposito di capelli, non li ho mai tinti in vita mia (così come non mi sono mai truccata, non fa per me, come dici tu voglio riconoscermi guardandomi allo specchio), come ho detto più volte li porto molto lunghi, quasi fino al punto vita e li porto raccolti in una treccia, nonostante l’età sono ancora neri con fili argentati e va bene così. Ciao Ninin, buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinforosa hai compreso appieno il mio post, la vita forse è come salire una scala, se ti fermi, rimani in bilico, se scendi avrai più gradini da fare poi, non c'è scelta, occorre proseguire e trovarsi finalmente sul piano che dobbiamo raggiungere. Un bacio

      Elimina
  2. Chi è in cammino verso una meta, sicuramente non desidera tornare indietro.
    Ciao Ninin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto, Gus! Non bisogna tornare indietro, chi torna indietro, allontana la meta. Ciao!

      Elimina
  3. Quando sono stata male, il mio corpo è iniziato a cambiare...i capelli sono diventati bianchi e per i farmaci la pancia è gonfiata molto. Non ho reagito bene, non mi accettavo e forse nemmeno ora. Così è però, mentre per i kg in più non posso fare niente, per i capelli sono addirittura i miei figli a prendermi l'appuntamento per il colore. Non mi trucco, non vado dal estetista, eppure sono circondata da amiche che lo fanno e vorrebbero che lo facessi. Non sono in pace con me stessa, non ancora. Tornassi indietro non farei tante cose, ma le ho fatte e sono un peso sul cuore con qui faccio spesso i conti. A pensarci mi vengono attacchi d'ansia. Ho tante cose per gioire e cerco di farlo. Il sorriso mi accompagna sempre, e forse rende un viso rugoso più bello. Un abbraccio Valeria

    RispondiElimina
  4. Cara Vale, non focalizzarti sugli errori. Ricordare gli errori deve servire solo a non ripeterli e basta, non ci dobbiamo far tormentare da loro. Se parliamo della vita come un cammino, ogni giorno è una fatica, o una sua pena, come si diceva una volta e basta e avanza. Ma non si può tornare indietro, quindi è inutile crucciarsi.
    Per quanto riguarda l'aspetto fisico, non credere che esista al mondo una donna che si accetta com'è, siamo tutte lì a giudicarci, troppo grasse, troppo basse, troppo vecchie, troppo...aggiungi tu quello che vuoi. Normale, direi, ma ingiusto, siamo esseri umani, siamo piene di difetti, ma questo non deve precludere la nostra bellezza. La bellezza fisica è niente, finisce, come finisce la giovinezza, è importante solo se esalta la nostra ricchezza interiore. Proprio in questi giorni pensavo a come l'anima non invecchi, la mia anima è ancora giovanissima, perchè cerco di conservarne l'innocenza e la consapevolezza, data dalle esperienze della vita, non rovina l'innocenza, sai, anzi l'accarezza e la supporta.
    Hai tante cose per cui gioire Vale e te le meriti tutte. Un bacio
    P.S. ...aspetto un squillo!

    RispondiElimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...