giovedì 22 maggio 2014

Devo metterci una croce...su nemo!

Da Wikipedia

Perdonatemi, ma devo parlare di elezioni.
Lo so che siete saturi dell'argomento, ma non vi tedierò con inutili campagne elettorali.
Vorrei solo farvi conoscere la mia situazione interiore, il mio travaglio.
Ebbene...

Il mio comune è considerato città. Ha più di 40.000 abitanti. Il sindaco "scade" come il latte.
Ci sono diverse liste in corsa per il consiglio comunale e qualche candidato sindaco.
L'aspetto interessante di tali elezioni è che io conosco almeno una persona per lista, di queste, alcune proprio personalmente, frequentate a scuola o durante la giovinezza, in quelle situazioni che riuniscono i ragazzi, o conosciute da adulta in ambienti scolastici, o sociali, e chi più ne ha più ne metta.
In taluni casi la frequentazione è stata  anche piacevole, per altri è stata obbligata, per altri ancora decisamente poco gradevole.
Ora, voi penserete che sono fortunata a conoscere "i miei polli": so chi è degno di fiducia e chi no.
Giusto.
Logico.
Ma conoscere i propri polli,  rende davvero più facile scegliere?
Vi ricordate nemo profeta in patria, cioè, vi ricordate gli amici di Gesù  che lo hanno liquidato con un
"Ma chi è che parla? Chi?! Il figlio del falegname?! Bah!"? 
Quelli lo conoscevano il loro pollo e non hanno capito niente, diciamocelo!
E se anche io fossi come loro, se avessi le fette di salame sugli occhi? Pardòn, un pesce Nemo sugli occhi!
Come si fa a valutare un bravo amministratore comunale? Da dove si parte?
Sono convinta che un bravo politico è un politico capace.
Perchè l'incapacità fa più danni della disonestà e, sempre ritornando a metafore spirituali, l'inferno è lastricato di buone intenzioni. ;D
Quindi cerco tra i miei conoscenti candidati, i più capaci. Ma come si fa a capirlo, se tra questi ci sono new entry, gente che non ha mai fatto neanche il rappresentate di classe?!
Vi faccio un esempio: qualche anno fa ritrovai una mia vecchia conoscenza d'infanzia, la persona in questione mi è sempre stata simpatica, estremamente intelligente e brillante, una persona di origini umili, ma che è riuscita a studiare con orgoglio, bene, fui felice di sapere che si impegnava in politica, perchè l'ho sempre considerata molto pratica e CAPACE. Ebbene, ora ricopre una carica a livello regionale, non ha avuto il mio voto però, perchè già dalla campagna elettorale aveva mostrato una incapacità di autonomia personale, un'adesione acritica ai diktat del suo capo e una totale inutilità al servizio pubblico affidatole. Blablabla, mille paroloni insulsi, pieni di vuota ideologia. La sua presenza in politica è inutile e come tale dannosa.
Ora guardo le liste dei candidati comunali e mi chiedo quale altro abbaglio posso prendere, quale altra cantonata, quale?!

Posso scegliere tra:

  • una vecchia compagna di classe, simpatica, un po' cialtrona, diplomatica e ambiziosa, (quante verifiche le ho passato!), ora capolista per una lista di destra, non l'avrei mai detto durante la scuola, mai di destra!
  • un genitore mio coetaneo, con figlio coetaneo al mio, che non ho mai sentito parlare neanche ad una riunione scolastica!
  • una conoscenza della giovinezza, impegnata e positiva, con tante cose in comune con me, ma decisamente un po' naif!
  • un conoscente di paese, un po' stordito e molto socievole, ma decisamente razzista!
  • un vecchio direttore scolastico, bravo per carità, ma un po' attempato!
  • un coetaneo, diciamo poco studioso, poco laborioso che ora si erge a censore pubblico!
  • un vecchio artista che è sempre stato da una parte e ora sta da quella opposta!
  • E insomma non vado avanti per non farmi del male.


Cosa faccio: scelgo la lista o il candidato, guardo alle qualità della persona o alle sue debolezze? Di chi fidarsi: dell'amico o del amministratore navigato?
Cosa dite, voi, non era meglio non conoscere nessuno?!
Votare, pregando e ignorando consapevolmente la conseguenza del proprio voto?! Eehhh!!??
COSA MI DITE, VOI: LA CROCE CHE DEVO METTERE CE L'HO GIÀ ADDOSSO IO, O NO???!!!!

Mentre aspetto i vostri consigli, vi invito ad andare a votare. 
Il voto del popolo è limitato per tanti motivi, ma è l'unico modo per dire la propria. In modo imperfetto, forse non determinante, ma l'unico.


P.S. Lo sapevate che i "nemo" sono pesci che a seconda delle necessità possono cambiare sesso? Infatti molti pesci pagliaccio nascono maschio e poi diventano femmine. A questo punto sono ancora più confusa o... forse... no! ;DDDD

12 commenti:

  1. Sono sincera e diretta, messa come li hai descritti tu, non me ne piace nessuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se ti avessi descritto gli altri!!!
      ;)))

      Elimina
  2. Risposte
    1. E no, ragazze, datemi consigli, consigli, consigli!!! ;D

      Elimina
  3. Come ti capisco! Nel mio caso faccio così, scelgo il rappresentante della coalizione che ha "governato" il comune negli ultimi anni, visto che tutto sommato non abbiamo grossi buchi nel bilancio pubblico e i servizi sono ragionevoli. Non è un metodo particolarmente scientifico ma gli altri candidati a sindaco sono sostenuti da liste di cui non si può neppure leggere il nome senza ridere :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il metodo giusto è proprio non scientifico! Me lo segno, non si sia mai! ;D

      Elimina
  4. Ninin....che guaio! Io come te mi ritrovo confusa! Tra la'ltro vivo in questo paese da 7 anni e non ho radici qui e neppur emio marito, quindi non ho neppure grandi consocenze tra i cnadidati (anzi...diciamo che a malapena ne conosco uno).
    Però mi sto un pò informando in giro perchè come te ritengo che votare sia davvero importante.
    Per i tuoi candidati...chi lo sa, magari il tipo un pò naif è quello che più ha cose in comune con te e meno negatività....che dici?
    Buon voto, comunque sia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda credo proprio che il tuo voto sarà quello giusto, sai, la fortuna dei principianti! ;D
      Per quel che mi riguarda, tra tante scelte, quella che farò sarà quella nella cabina elettorale, di cuore e di getto...chissà...speriamo bene. :))))

      Elimina
  5. Ormai le sgè son fè (cavoli pure il francese so!).
    Cosa hai deciso di fare alla fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho votato donna, ho votato giovane, ho votato profilo basso, ho votato chi probabilmente vincerà.

      P.S. mentre ti scrivo sto guardando i risultati delle europee, contro ogni parere sentito in merito, ho azzeccato tutte le tendenze, quasi al centesimo le percentuali (a parte quelle del pd, enormi, non prevedibili!), è la prima volta che mi capita, di solito sbaglio sempre e devo dire che sono sollevata...

      Elimina
  6. La prossima volta tirati la croce addosso sul serio: candidati tu, e vedi cosa succede :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO, no!!!
      Non ho la personalità adatta: le discussioni mi annoiano, preferisco fare un'opera di bene! ;D

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...