martedì 2 maggio 2017

Aggiornamento

Mia suocera è a casa sua. Con una persona che l'assiste.
Ha fatto il circo, non voleva, non LA voleva.
Lei è una ragazza di 27 anni. E' molto carina e gentile. Non dorme la notte, per accompagnarla due o tre volte al bagno. E' lontana dal marito. E' calma e comprensiva. Si meriterebbe un po' di affetto oltre allo stipendio, ma mia suocera non è intenzionata a darglielo (l'affetto!).
Mia suocera è tornata se stessa: tosta e testarda, insensibile agli altri.
Un po' la capisco, le cose non sono andate come lei voleva: non è morta nel sonno senza soffrire, è ancora tra noi, debole e sofferente.
Ci fa pesare la situazione, ci dice che non la capiamo, come fosse una colpa, ci tratta anche male.
Mi fa pena, ma mi fa anche rabbia.
Alla fine della mia vita vorrei essere di esempio, vorrei essere amata, vorrei amare.
Vorrei essere grata.
Questo lo devo ricordare.



giovedì 6 aprile 2017

Scompenso

Questo blog sta diventando un elenco di brutte notizie! Non è che mi vada troppo, ma ultimamente me ne succedono di tutti i colori e ...ma non è che qualcuno di voi mi prevede il futuro, perchè io di questa incertezza non ne posso più!
Ha da passà a nuttata, dicono i napoletani, ma vorrei sapere se la nottata è quella nordica che dura 6 mesi l'anno o che altro?...e sono un po' stanca...
Tutto ha a che fare questa volta con la Suocera, sì, la suocera gaffeur di 90 anni, di cui ho tante volte parlato.

martedì 7 marzo 2017

RONNI


La Mia Gatta è morta.
La mia Ronni - vi svelo il suo nome, perchè vorrei darle la sua dignità di essere vivente e creatura con una identità, una appartenenza riconoscibile - non c'è più.

mercoledì 22 febbraio 2017

Pianto inconsolabile

Toc-toc?!
Sono sempre io, il Cuore Nuovo dello scorso post.
Scrivo io, perchè la mamma piange.
Piange come una fontana.
Si avvicina alla sua Gatta, la accarezza, le dice qualche parolina sottovoce e poi lascia uscire le lacrime. Non riesce a fermarle.
La mia amica papera mi ha detto che deve essere successo qualcosa di grave se la mamma piange così tanto e probabilmente ha a che fare con la sua gattina. Che, però, la papera mi dice non essere proprio una gattina: è un pezzettino di anima della mamma, dice.
Ha quasi 18 anni, ha vissuto sempre appiccicata a lei, addosso a lei, contendendo il posto ai suoi bambini quando erano piccoli. Da qualche giorno sta molto male e la papera mi ha spiegato che la mamma, piangendo, oggi ha preso l'appuntamento per aiutarla a non soffrire più.
La mamma si sente tanto in colpa. Non vuole farla morire e non vuole che soffra, vuole che stia sempre con lei, anche se sa che sono sogni i suoi, che un gatto non può vivere così tanto!
La mamma non è pronta a lasciarla e deve fare un grosso sforzo per accettare l'idea che la sua Gatta morirà. Anche adesso piange, sembra inconsolabile....

martedì 14 febbraio 2017

Punto di vista...cuore nuovo



Sono nato ieri.
Sì, perchè ieri mi ha messo il cuore.
Non credete a chi vi dice che la vita inizia in un momento diverso: si nasce quando il cuore c'è.
Il mio non batte, però, rimane lì, in bella vista, inerme e indifeso.
Sarebbe stato meglio nascere oggi, il giorno di San Valentino, il cuore rosso, blablablablabla...
Ma invece "quell'anima lì" ha anticipato di un giorno e ieri con calma e improvvisata precisione mi ha fatto.
Mi ha messo dentro una vetrinetta, perchè non sopporta la polvere, non sopporta vederla sui pupazzi!
D'altronde suo figlio è allergico agli acari e qui dove viviamo, di fianco una strada un tantino trafficata, c'è una polvere da record!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...