martedì 7 marzo 2017

RONNI


La Mia Gatta è morta.
La mia Ronni - vi svelo il suo nome, perchè vorrei darle la sua dignità di essere vivente e creatura con una identità, una appartenenza riconoscibile - non c'è più.

Non so spiegarvi il dolore che ho provato quando è successo e che ancora non è  sparito.
Mi sento anche esagerata e sciocca, perchè la pietà, come l'amore profondo, dovrebbe essere riservata agli uomini, invece io la provo per un semplice gatto.
Eppure non ricordo un dolore così grande, un lutto così serio, se non in occasione della morte di persone a me  molto care.
L'amore che provavo e che sentivo ricambiato, per la mia Ronni, non si può liquidare in un secco "era solo un gatto", perchè per me non lo era, non "era solo un gatto".
Per me è stata la compagna di ogni giorno di questi ultimi 18 anni (quasi), era la carezza che ogni mattina ci preparava alla giornata e la vicinanza che ci addormentava la sera, era il suo coccolarsi sul mio petto o sulle mie gambe, era il miagolio dell'annunciarsi dopo il pisolino, era l'accoglienza che riservava ad ogni persona che è entrata in questa casa da quando lei c'è stata.
Non posso dirvi quanta tristezza ha consolato, quanti piedi freddi ha riscaldato, quanta allegria e gioia ha regalato.
Mi viveva addosso, lei conosceva i miei umori e io conoscevo il suo linguaggio segreto.
E' morta senza dar fastidio, in tre giorni, senza darci la possibilità di farcene una ragione.
E' morta tra le mie braccia, le mie carezze, le mie lacrime, in uno dei momenti più strazianti della mia vita.
Non la dimenticherò mai e so che sarà difficile sostituirla.
Non riesco a sedermi più sul divano: dopo pochi minuti di solito lei arrivava per le coccole.
Non riesco ad andare a letto senza pensare a lei e al momento in cui compariva per infilarsi truffaldina sotto le coperte.
La cerco in ogni angolo della casa e ho voglia di sentire il suo pelo sotto le mie dita, di sentire il suo odore, di guardare i suoi occhi immensi.
Ho il cuore infranto.
Sono stata fortunata, mi è stata data in dono, senza che la cercassi.
Mi ha amato senza che me lo aspettassi.
Ha respirato sul mio cuore, a pochi centimetri dalla mia bocca.
Si è nutrita del mio affetto e della mia meraviglia per il suo amore fedele.
So che a qualcuno queste parole possono sembrare troppo, ma esplodono nel mio cuore e devo farle uscire!
Non voglio farvi leggere una pagina triste, però, non voglio che, lasciando il post, siate sconsolati, voglio dirvi che questa sofferenza è l'altra faccia della medaglia dell'amore, che chi ama tanto, soffre  tanto quando quell'amore finisce, ma vale la pena...vale la pena sempre!
Perchè la mia vita, senza la mia gatta, non sarebbe stata così bella, non sarebbe stata così piena di tenerezza e consolazione.
Oggi sono triste e non c'è lei che mi consola, quante volte lo ha fatto con il suo ronfare!
Per questo oggi dico che amare vale la pena sempre e chiunque, anche un gatto, anche la Mia Gatta!

7 commenti:

  1. Ti capisco e mi dispiace tanto. ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci accomuna l'amore per i gatti. Grazie, perchè sento l'abbraccio.

      Elimina
  2. Mi dispiace che tu l'abbia persa e sono felice per te che tu l'abbia avuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, si: Velma ha scritto proprio ciò che volevo scriverti anche io.
      E tu hai scritto nel post una cosa bellissima: vale la pena sempre amare, che sia una persona o un gatto o un altro amico pelosetto!

      Ti abbraccio.

      Elimina
    2. Grazie ragazze! Un bacio

      Elimina
  3. Cara Ninin, nella nostra vita è Fiocco, ma come lo chiama Michelle e mio marito MIMIN ed è dolcissimo e intelligentissimo...
    Io ti posso capire, perchè io ho sofferto moto per la perdita di jork il cane ,coker, nero di mio suocero... è vissuto con noi, con lui per 19 anni è morto poco dopo la morte del suo padrone... si è lasciato morire perchè lui senza il suo padrone non viveva più
    Posso dirti che l'amore che un animale ti dà è superiore a quello che puoi ricevere da un uomo...noi, ma sopratutto mio suocero con jork ci parlava...e chissà quante cose gli ha detto prima di morire di tumore... cose che hai figli non diceva...
    Ti sono vicina, vorrei abbracciarti...Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!Ti ho appena fatto visita "virtuale"!
      Io non so se gli animali amano più degli uomini, ma di sicuro lei mi ha amato più di tante persone che conosco. E anch'io, devo dire la verità, le ho voluto più bene che a tante persone che conosco. Anche a lei dicevo cose intime ed è stata la miglior ascoltatrice che io abbia mai conosciuto. Non so perchè esistono gli animali e il loro amore per noi, ma so che senza faccio molta fatica ad accettare le difficoltà quotidiane.
      Grazie.
      Un bacio

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...