mercoledì 16 aprile 2014

Ieri, 13


Ho una notizia: DA IERI, in questa casa, NON CI SONO PIU' BAMBINI!
Non se ne sono andati, non sono spariti, si sono trasformati e se nulla si crea e nulla si distrugge, l'ovvia considerazione è che tutto cambia.
Ed io, un po' impaurita, un po' con il lutto al braccio, un po' emozionata, devo convincermi del fatto che l'infanzia ci ha lasciato!
Il mio Piccolo Principe HA COMPIUTO 13 ANNI!!!

Addio vocina dolce del bambino che è stato! Toni più bassi, a volte gracchianti, a volte sommessi, l'hanno sostituita.
Addio capelli biondo scuro! Come da prescrizione del DNA del papà, il mio Piccolo Principe sta cambiando il colore alla chioma, sta diventando più castano e anche la tendenza al liscio-liscio sta lasciando il posto a qualche ricciolo "in coda" allo scalpo!
Addio all'abbraccio avvolgente! Il Piccolo Principe è alto quasi quanto me, le sue braccia sono forse più lunghe delle mie e non lo posso più prendere in braccio, devo rinunciarci definitivamente.
Ma gli addii non sono oblii.
Quello che lui è stato è stampato nella mia memoria, nel mio cuore, e ora si apre una pagina nuova.
Benvenuto ragazzo mio!
Benvenuto al tuo spietato senso dell'umorismo!
Benvenuto al tuo sguardo ironico!
Benvenuto alle tue proteste, sempre più precise e definite!
Benvenuto alle tue risate complici con tuo fratello!
Benvenuto ai tuoi primi brutti voti, con i quali prendi la misura delle tue capacità!
Benvenuto ai tuoi polsi, che sempre più spesso spuntano dalle felpe che si accorciano!
E benvenuto al tuo cuore che a breve batterà non solo per ordine naturale, ma anche per i sentimenti che confonderanno la tua anima!
Eh, sì, carissimi, ieri il Piccolo Principe ha compiuto tredici anni e ora non posso più considerarlo bambino, la vita spinge in là.
Ora vi racconterò della giornata di ieri.
Volevamo regalargli una bicicletta nuova, non l'ha mai avuta, si è sempre accontentato di bici usate, l'ultima ricevuta sapevamo che sarebbe durata poco, la sua crescita ci imponeva di pensare che a breve avrebbe dovuto cambiarla. Così gli abbiamo proposto il regalo: bici nuova, come la vuoi tu!
Dopo qualche giorno di riflessione ci dice che non la vuole nuova. Non capisco, mi pareva una buona occasione per avere finalmente una cosa tutta sua, ma lui dice che vede in giro tanti ragazzi con bici usate, tipo olandesi da donna, un po' vintage, non troppo belle o spaziali, lui la vorrebbe così la bici, gli sembra più adatta a sè, gli piacerebbe di più.
Strabuzzo gli occhi, ma mi sembra una richiesta originale, una scelta precisa, personale e realizzabilissima. Sono anche un tantino orgogliosa, devo dire, questa moda del riprendere la bici della nonna, mi piace molto.
Dico bici della nonna, perchè è proprio dalla nonna, mia Suocera, che recuperiamo il desiderato ciclo.
La sua bicicletta ha circa 54 anni, gli anni dal suo matrimonio ad oggi, lei l'ha usata poco, suo marito di più, per l'esattezza, l'ultimo a salirci è stato il nonno che ora è in paradiso, quello che il Piccolo Principe non ricorda, perchè troppo piccino alla sua morte.,
In due giorni, di nascosto, mio Marito, io e lo sbuffo del Principe Felice abbiamo smontato, pulito, lucidato, sostituto componenti del 1960. Il mezzo, per la verità, era in ottimo stato, il telaio perfetto, i pezzi più importanti decisamente in buone condizioni, sì, ci sono dei segni di usura, dei punti di ruggine, ma tutto assolutamente in linea per una bici usata. Abbiamo cambiato solo i copertoni, le camere d'aria, la sella e le maniglie del manubrio, ora sembra molto diversa dalla polverosa olandesina che era, a me sembra bella e quando lui sarà troppo alto anche per questa bici, probabilmente diventerà mia.
Come l'ha presa lui?!
La foto documenta l'esatta posizione in cui l'ha trovata rientrando da scuola, ma essendo perpendicolare rispetto al cancelletto di ingresso, l'ha vista solo dopo qualche secondo e il suo sguardo, che ho fotografato di nascosto, è stato fantastico! Era un misto di : ecco il mio regalo - che bella che è - non me la ricordavo così - da oggi è mia - dopo la provo - sì, sì, è proprio la mia .

Da oggi, per lui, per me, per la nostra famiglia, siccome abbiamo voluto la bicicletta...pedaliamo!!!

14 commenti:

  1. Oh quanto è bella! Non smetterò mai di complimentarmi con te per il bellissimo lavoro fatto con i tuoi ragazzi, se sono così consapevoli, originali e mai stereotipati è sicuramente merito tuo! E di tuo marito, ovviamente! Auguri a tutti voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!
      I miei ragazzi (nota il termine, per favore! :((( ) vorrebbero essere alla moda e che non ce lo possiamo permettere!!!!! :DDDD
      No, non è vero, scherzo, anzi in parte, perchè davvero non ce lo possiamo permettere, ma in realtà vedo che per loro non è un grande sacrificio rinunciare alle marche o alle pretese materiali, più crescono e più valutano le cose per il valore che hanno per loro e meno per quello che viene attribuito dall'esterno, speriamo bene!!! :)))

      Elimina
  2. Che bello! Tantissimi auguri! :)

    RispondiElimina
  3. Ma tanti tanti auguri! Adesso non ci saranno più bambini in casa ma avete due ragazzi che crescono bene e che tra un attimo vedrai diventare uomini, con altrettanto orgoglio.
    La bici è fantastica, ottima scelta Piccolo Principe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marzia, "quando il gioco si fa duro..."
      Eh sì, più crescono e più ci si trova spiazzati e preoccupati. In ogni caso si fanno anche belle scoperte sulla loro personalità, anche brutte è vero, ma a che servono i genitori, se non per aiutarti a crescere, a scoprire te stesso per quello che sei?Faticoso, ma inevitabile. :)))

      Elimina
  4. Auguri al ragazzo :-) e complimenti per la scelta del regalo!

    Cara Ninin un post così bello davvero potevi scriverlo solo tu: il tuo stile è inconfondibile e io lo adoro!

    Baci baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che la scrittrice, tra noi due, sei tu!!! ;)

      Elimina
  5. Auguri auguri al Piccolo Principe....e anche alla sua mamma ;-)

    RispondiElimina
  6. Si però così tu mi pugnali… non ce la posso fare, te lo dico subito, io non ce la posso fare a dire addio a tutte quelle cose :'(
    Dolcissimo il tuo ragazzo!

    RispondiElimina
  7. Ciao! Io spesso mi trovo a pensarci; a quando sarà finita l'infanzia. Non so se potrò mai essere pronta ma quanto ho letto qui mi da un pò di ottimismo... e a me ce ne vuole davvero tanto! :))

    Il nuovo ragazzo è in gamba. Non è da tutti voler una bici e per lo più vintage e riciclata; avrà sicuramente molta sensibilità e in crescita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ottimismo è in-di-spen-sa-bi-le!
      E' per questo che scrivo sul blog fatti come questo, perchè domani, quando sarò giù, verrò a rileggerli... ;DDD

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...