sabato 21 marzo 2015

Santo Falegname

Ci sono state un sacco di ricorrenze/eventi in questo periodo...San Valentino (cavolo! è già passato un mese!), la festa del papà, la primavera (oggi? ieri?), e poi l'eclissi di sole (che ho visto solo per qualche secondo fra le nuvole, ma che emoziona, non c'è niente da fare!)

Ho speso un sacco di soldi per cambiare la caldaia, ma del resto dopo 18 anni e 1/2, aveva compiuto il suo lavoro! Devo spenderne ancora, per scarpe al Piccolo Principe, che ha i piedi che crescono senza pudore, e per le giacche leggere, che i giovanotti reclamano, in cerca di uno stile che sia elegante e sportivo.
Insomma la bella stagione sta arrivando, e io ne sono felice dal momento che mi piace vedere i fiori sbocciare, il sole e il cielo azzurro. Per i miei standard dovrei vivere in un luogo con 25 gradi fissi, ma sto qui nel clima continentale di questa pianura pedemontana lombarda e mi devo rassegnare.
E porta cose nuove.
I prossimi mesi saranno impegnativi.
Il Piccolo P. avrà gli esami di terza media da preparare.
L'apparecchio ortodontico da (finalmente!) togliere.
La gita di 3 giorni con la scuola e il pediatra da sostituire con il medico generico.
A maggio ci accompagnerà all'Expo di Milano e a giugno andrà all'udienza del Papa con gli scout di tutta Italia e poi avrà l'estate davanti, in cui di sicuro c'è solo il campo scout, mentre per le vacanze in famiglia ancora non abbiamo pensato nulla.
Il P. Felice avrà un cuore adolescente da domare e una scuola che gli chiede di essere un po' più responsabile.
Un open day all'università, per scoprire gli ambienti in cui potrebbe studiare per ciò che vorrebbe diventare.
Un campo pasquale con gli scout in cui camminerà, camminerà, camminerà,...sperando che arrivi da qualche parte.
Anche lui avrà l'udienza papale e un'estate davanti in cui potrà godersi la fanciullezza che a settembre finirà, al compimento dei suoi 18 anni (cioè...dovrebbe finire...la fanciullezza...in teoria...o no?!).
Per me la questione sarà molto pratica, oltre a cercare di convincere quotidianamente i miei figli che crescere comporta scoperte e responsabilità, oltre che soddisfazioni e delusioni, amore e sofferenza, dovrò ripitturare alcuni muri di casa e soprattutto devo trovare un soggetto che soddisfi il mio bisogno estetico. E vi posso confermare che niente, come la realizzazione di qualcosa di creativo e utile allo stesso tempo possa guarire dalla sensazione di sconforto che prende quando hai davanti un figlio adolescente (nel mio caso due!).
E infine mio Marito, che ogni giorno lavora e ogni sera si addormenta sul divano sfinito, spero che per lui questi mesi passino con il sorriso che ha quando entra dalla porta di casa in attesa del ridicolo aneddoto che quotidianamente gli propino. E vi assicuro che sono bravissima nel ridicolo!

Ma ora vengo finalmente al titolo.
L'altro giorno telefono a mio padre, che di solito chiamo col nome di battesimo - lo chiamo così, perchè non si dia troppa importanza ;) -  per la festa suddetta dei papà:
gli dico "Auguri!"
"Perchè?! Non sono mica cornuto, io!"
"Eeeeh?!" inizio a tremare, vuoi vedere che gli sta partendo la testa!
"San Giuseppe era cornuto!" 
Ci siamo, adesso inizia con le sue menate antireligiose.
"Ha cresciuto il figlio di un altro!"
"Tecnicamente non era cornuto, era adottivo. Gesù era un figlio adottato da Giuseppe.  Comunque se vuoi facciamo che Giuseppe era un falegname e oggi è la festa dei falegnami. Auguri!...Ah, non sei un falegname?! Vabbè, dai, fai finta di esserlo, così ti faccio gli auguri ebbbbasta! la finiamo!"
Lui ride. Lui ha un pessimo carattere. Anch'io.
"Domani mattina ti trovo a casa per portarti il giornale?"
"Sì, mi trovi"
"Va bene allora, ci vediamo domani"
E non potete sapere quanto quel ci vediamo domani valga più di un grazie e di una parola dolce, nulla va mai dato per scontato!




12 commenti:

  1. Mi sto mettendo alla pari rispetto ad una ventina di giorni di assenza dal web ... certo che a casa tua non ci si annoia, avete un sacco di cose sul fuoco!
    Posso chiederti una cosa, dici che ti capita di chiamare tuo padre col nome di battesimo ... come mio figlio fa con me. Io non la trovo una mancanza di rispetto ma per molti sembra inaccettabile per un bambino. Che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È da pochi anni che lo chiamo così, alternando a "Pá". Credo che derivi dal fatto che sono riuscita a "smitizzare" un po' il suo ruolo. Da bambina gli ero molto legata, crescendo né ho conosciuto le debolezze. Sono l' unica in famiglia che gli dice con franchezza e senza remore quello che pensa.
      Non so dirti se sia un bene o un male per un bambino chiamare per nome i genitori, posso però dirti che per me è un segnale di comunicazione sullo stesso piano, come se non ci fosse più un ruolo definito. Nel mio caso credo significhi che non lo sento più in grado di "proteggermi", ma che anzi, forse lui ha bisogno della mia protezione.
      Come se non sentissi un legame di dipendenza di nessun tipo.
      Non so se ti sono stata d'aiuto...un bacio

      Elimina
  2. ecco che anche a casa tua c'è un bel fermento...
    tanti progetti tutti per i figli...
    Io sono nella stessa situazione, oggi Miki è andata in gita, lunedì ho fatto compere di scarpe ...n.34...n.44, perchè entrambi i miei ragazzi le loro le avevano consumate, addirittura bucato la suola... e poi felpe...chissà perchè a casa mia c'è la mania di felpe....farle asciugare in questi giorni di pioggia è difficilissimo, eppure sembra sempre che servino per il giorno dopo...
    e poi esame, la maturità che arriva, i continui tartassamenti di verifiche giornaliere, sia per Miki che per Andre... voti che per mia fortuna si stanno alzando a tutti e due...sopratutto la matematica... Miki mi ha portato a casa ben due 10 e questo per lei è una rimonta quasi eccezionale... poi c'è la tesi che sta preparando il mio maggiorenne... poi ci sono i progetti sempre fermi con le quattro frecce...
    insomma tutto gira intorno hai figli
    e per me?!....vorrei un bel viaggetto per i miei 20 anni di matrimonio, ma siccome sono ad aprile, mio marito mi ha già detto che rimanderemo a più in là....più in là vuol dire molto più in là...magari tra un anno ehheh!
    Ora che il lavoro si è sbloccato dobbiamo darci dentro e ferie e viaggetti saranno tutti programmati al ultimo minuto.... chissà se il mio maggiorenne verrà ancora con mamma sua?
    lo vorrei tanto sentimentalmente....ma anche economicamente...il ragazzo già usa i suoi risparmi per pagare le rate della macchina e eventuale settimana di ferie dovrà essere sulle spalle di mamma e papà... per pagare le sue dobbiamo dimezzare le nostre...
    per ora lui ha un unica meta sicura l'ultima settimana di luglio che trascorrerà come animatore del campeggio dei bambini del mio paese
    Sempre ch prima non esca un lavoro, allora dovrà rimandare il tutto... ma io ancora non glielo dico...
    Michelle andrà anche lei in campeggio parocchiale...strano ma vero, quest'anno è decisa, si porterà con se la sua copertina di pile e partirà...

    Ma ecco che leggo il commento del tuo papà...che poi in casa mia tanti la pensano come lui...
    ma qui nasce un discorso religioso troppo difficile per me da spiegarti

    Io il mio papà lo chiamo papi... ma ho la mia vicina di casa che le sue figlie ormai grandi l'anno sempre chiamata MAri, e le sono legatissime, ecco perchè vorrei dire a Marzia di non preoccuparsi se suo figlio la chiama per nome, non è certo perchè le vuole meno bene, anzi

    insomma anche sta volta sono riuscita a lasciarti un mega commento, ancora una cosa...trovo tenerissimo il tuo gesto di portare sempre a papà il suo giornale

    un bacio affettuoso, dal basso Piemonte fino alla Lombardia Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valeria quante cose in comune!
      I 20 anni di matrimonio, noi li facciamo l'anno prossimo e chissà come li festeggeremo....
      Intanto tremo al pensiero della maturità e della patente del quasi maggiorenne Principe!

      P.S. Non sono io ad essere carina: è mio padre che porta il giornale a me, burbero ha molti difetti, ma è un uomo fedele alle sue abitudini, anche quelle belle! ;))))

      Elimina
    2. Allora il tuo papà ti mostra ogni giorno un gran bene!

      ps. una volta passato l'esame di teoria, la pratica arriva senza che te ne accorgi e la pantente spunta nel portafoglio...ma sai una cosa? Io a vedere Andrea che esce la sera in macchina ci devo fare ancora l'abitudine...sono sempre in pensiero...
      meno male che ora cambiano l'ora e fa buio più tardi, e che arriva il bel tempo, perchè qui fino a pochi gg fa nevicava e le strade erano ghiacciate....
      é difficile essere mamme anche dei maggiorenni
      un bacio

      Elimina
    3. Eh, sì, figli piccoli, pensieri piccoli, figli grandi, pensieri grandi! In tutti i sensi! :*

      Elimina
  3. Il tuo papà è proprio una forza!!!
    Il mio lo chiamo per nome - in ufficio - mentre fuori oramia è 'nonno'. Lo definerei un passaggio di grado!!
    Confermo: il clima della PiPa ( Pianura Padana ) fa schifo!!
    Non si può passare dai 21° agli 8° nel giro di dodici ore: ti sfido a non diventare metereopatica!!!
    Anche io devo andare a fare un pò di compere per loro...tranne per il piccolo che si becca tutto di...terza mano!
    E tu? Ancora cuoca scout???
    Buon lavoro!!!
    Impe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se i lupetti quest'anno avranno bisogno di me.
      E pensa che non ho ancora pensato alle possibili vacanze! Per citare Valeria, chissà se i ragazzi hanno voglia di venire con noi e, soprattutto, chissà se IO ho voglia di passare una vacanza con le loro costanti contestazioni adolescenziali! ;)
      P.S. tu che abiti nella PiPa, farai un giro all' expo?

      Elimina
    2. Non so se ho voglia di spendere 30€ per andare a vedere....non ho ancora capito cosa!!
      Da noi ai padiglioni ci saranno 20minuti di macchina grazie a anni e anni di autostrade con cantieri in corso che, sinceramente, ce lo hanno fatto proprio stra-maledire stò Expo!!!
      Ho tempo fino ad ottobre di ricredermi.
      Ma mi chiedo: ce la faranno ad inaugurarlo il 1 maggio o ci saranno solo camuflages????

      Elimina
    3. Chi vivrà vedrà! ;)
      Io credo che andrò in maggio, ti farò sapere se sarà tutto vero o solo scenografia. :)))

      Elimina
  4. a proposito di vacanze...oggi una mia amica mi ha detto tutta felice, che quest'anno insieme alla loro maggiorenne potreranno il fidanzato eh!? tu mi capisci vero?!?
    >perchè così viene ancora con noi!> eheh!
    da me non accdrà MAI!
    pagare le ferie a un fidanzato/a....sarà mai!
    tu che ne pensi?
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono per le vacanze separate! ;)
      Non trovo "sano" cercare escamotage per tenere i figli con sè più del dovuto.
      Credo che se due ragazzi innamorati passano le vacanze con lo zaino in spalla, magari adattandosi a ciò che trovano, con pochi soldi, ma con la giovinezza, con la spensieratezza, godendosi il tempo passato in coppia, troveranno tale esperienza molto più formante e rivelante sulla loro personalità e sul loro rapporto che qualsiasi vacanza passata con i "suoceri"!
      Abbasso i bamboccioni! ;D

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...