giovedì 15 settembre 2016

19, gli anni inutili...

...così li ha chiamati un'amica del Principe Felice, non so dargli torto.
Se ripenso ai miei 19 anni, al mio compleanno, rivedo i libri per la maturità che a breve avrei affrontato. Ripenso alle preoccupazioni per il futuro: cosa fare dopo le superiori, come affrontare la vita reale, fuori dalle aule scolastiche, l'università sognata e i dubbi di cosa ero e di cosa sarei diventata. I "19 anni" sono stati un anno di scelte e perciò di sbagli.
Un anno inutile, in cui il futuro sembrava lì e invece la vita lo ha spostato a suo piacimento.
A  poterli saltare li avrei saltati, dai 18 ai 20, sottraendomi al tormento esistenziale di quel tempo.
Invece rieccomi davanti ad un diciannovenne che si ritrova nella mia situazione. Anzi lui ha lì a portata il suo futuro, tra un mese farà il test per entrare in università e spero, tanto, che lo superi, che si veda indirizzato verso scelte belle, grandi, forti.
Sperate anche voi insieme a me e facciamogli gli auguri, va!, che oggi, li compie anche lui i suoi 19 anni, tutti, tutti, eh!
:)))))))))))

Vi lascio l'immagine di un libro di Erri de Luca, lo sta leggendo lui in questi giorni, mi ha mandato la foto di questa pagina, una poesia dedicata alla propria madre.
Mi sembra adatta ad oggi, mi sembra adatta a lui e a me... e, forse, anche a voi che leggete.

Mamma Emilia - tratto da Il contrario di uno, E. De Luca

13 commenti:

  1. vedi che ha fatto un gesto pieno d'amore nei tuoi confronti...
    Auguri perchè 19 anni sono importanti...li ricorderà perchè sono l'inizio di scelte fatte da solo... se saranno giuste o sbagliate si vedrà nel tempo, ma stavolta ha deciso lui la strada da percorrere, e sarà solo lui con i suoi risultati e il suo impegno a dare forma a questa strada... lui resterà sempre tuo figlio e se avrai fiducia in lui ti darà di che essere orgogliosa
    Andrea ha superato un altro esame... e io ne sono orgogliosa... forse perchè vedo in lui dei passi che io a mio tempo non ero stata in grado di affrontare... perchè io a 19 anni lavoravo già e mettevo da parte tutti i miei soldini per sposarmi cosa che realizzai poco dopo... auguro a tuo figlio un futuro che lo appaghi di tutte le rinunce che farà, dei suoi sacrifici, dei suoi sbagli... gli auguro di non perdere mai nel suo cammino il rapporto con una mamma speciale come te
    e poi i 20 arriveranno in un batti baleno...
    Auguri a lui...a voi..
    baci VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale!
      Bravo Andrea per il suo esame!
      Hai ragione, inizia il tempo delle scelte proprie, del confronto con il reale, io spero e prego.
      Baci.

      Elimina
  2. ciao Nini, oggi mi sfogo con te...e ho pensato a un tuo post precedente nel quale scrivevi che per un po' di giorni avevi fatto sciopero, lasciando che i tuoi principi facessero i lavori di casa...tra il quale lavarsi e stirarsi i loro vestiti e che questo aveva dato i suoi frutti...ebbene pensando a te ieri sera ho provato a farlo anche io ma poi stamattina ho ceduto e ho stirato gli abiti del mio Andre...
    in questo periodo tra me e lui corre un filo ad alta tensione...lui che fa su e giù dal mattino fino alla sera alle 20.00 da Torino a noi, in treno per l'università...4 giorni alla settimana per poi rientrare e andare a servire con contratto firmato e in regola finalmente... in pizzeria... è stanco e nervoso... ma la scelta di prendere un contratto fisso dal giovedì sera alla domenica è stata sua ...
    così stiamo valutando se farlo fermare a Torino quattro giorni alla settimana in una stanza che ci offrirebbero dei nostri parenti presso la loro abitazione...
    forse il fermarsi a vivere fuori casa lo aiuterebbe sia per il viaggio, le lezioni e anche per non passare le ore libere a litigare con me...visto che non ne faccio una buona... questo suo cambio di carattere mi ha un po' spiazzata... mia mamma continua a dirmi che sono io a sbagliare, che pretendo troppo, che devo sopportare il suo nervosismo, che sono fortunata ad avere un figlio che va al università con buoni risultati (per ora) e che si mantiene gli studi lavorando... e io ora mi sento una mamma tremenda... ma in questo periodo mi sento non mamma ma donna delle pulizie... lavo, stiro e riordino... e lui nemmeno un grazie, tutto è dovuto e se dico qualcosa si altera... uffi! ecco perchè oggi ho deciso di scriverti, perchè tu mi dia un consiglio, perchè so che mi capisci e mi darai una giusta dritta
    un bacione Valeria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo, Vale, a darti un consiglio, ma prendilo con le pinze, eh! ;)
      Io credo, come tua mamma, che Andrea si un bravo ragazzo, maturo per la sua età e responsabile. E in linea generale credo che un periodo fuori casa sia per tutti una'occasione per crescere, per misurarsi, per vedere con lucidità la propria realtà. Credo che se ne avete l'occasione, se potete economicamente, non sia una cattiva idea lasciarlo vivere a Torino per qualche giorno alla settimana. So per esperienza che la lontananza dai figli ci fa vedere soprattutto i loro pregi e ci fa dimenticare i loro difetti.
      Non sei tremenda, sei disorientata, perchè i figli crescono più velocemente di quanto vorremmo e noi facciamo fatica ad adattarci ai cambiamenti.
      Badare a se stesso dal lunedì al giovedì, gli permetterà di rivalutare le persone che lo hanno accudito, riconoscere le fatiche altrui e assaporare meglio il tempo passato con voi, con te.
      Insomma, io voto per Torino part-time!
      Un abbraccio grande e non preoccuparti i periodi di incomprensione son la costante con i figli, soprattutto man mano che crescono, come fanno sennò a desiderare di farsi una vita propria, di lasciare il nido per volare alto?

      N.B. ricordati che quando fai lo "sciopero", devi farlo col sorriso, senza livore, con leggerezza. :D

      Elimina
  3. Auguri al Principe Felice! Che questi inutili 19 anni si rivelino invece utlissimi e fruttosi :-)
    E che meraviglia la poesia di De Luca....mi ha emozionato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maris è quello che mi auguro anch'io!

      Quando l'ho letta, questa è solo una parte della poesia, mi è venuto da piangere...le parole fanno miracoli.
      :*

      Elimina
  4. Auguri in ritardo! E il regalo te lo ha fatto lui con la poesia!
    Ciao Ninin!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto!? La sorpresa è stata grande, mai disperare! ;)
      Grazie!

      Elimina
  5. Ciao sono qui per caso dopo aver letto il commento da Valeria.
    Sto pensando a quanto il blog può essere utile, semplicemente per uno sfogo. L'incomprensione col figlio succede spesso, ma stanco dal lavoro sono anche contenta che riposi un po', mentre a volte dico che non sono la sua serva.Buona domenica, verrò a leggere con calma. Perché sono col cellulare e non vedo niente. Un caro saluto a presto. Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, benvenuta! Non sai quanto mi faccia piacere "incontrare", anche solo per un commento o una lettura, persone nuove, con le loro vite e le loro esperienze. Grazie per aver lasciato la tua traccia. :)))

      Elimina
    2. scusa ogni volta mi vengono fuori due commenti.... Mi associo ai tuoi amici, e con calma leggerò.

      Elimina
  6. Oh cara tanti auguri al tuo Principe e anche a te, via, che non guasta mai. Starò tutta incrocicchiata fino al giorno dell'esame di ammnissione! che facoltà ha scelto?
    Baci
    A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo incrocicchiamento ha funzionato! ;)

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...