giovedì 19 aprile 2012

Smettere si può?

Immagine dal web
Oggi sono andata dalla parrucchiera, infatti piove.
Piove sempre quando vado dalla parrucchiera, se qualcuno volesse sapere tra circa 40 giorni come sarà il tempo, glielo dico ora: pioverà sicuramente, devo tornare dalla parrucchiera.
La tinta, questa amata e odiata tinta!
A me non piace andare dalla parrucchiera, non per la persona in sè che invece mi è gradita, ma non mi piace proprio il braccio di ferro che affronto con i miei capelli.
I miei capelli hanno deciso di contraddirmi e a dispetto della mia  giovanissima età (ehm...  non osate contraddirmi, per favore!) e del mio amore per i colori, si comportano come se fossero autorizzati a scolorirsi, precisiamo bene: IO NON LI HO AUTORIZZATI!!

A 25 anni, poco dopo il matrimonio, ho iniziato ad intravedere qualche spirito ribelle, qualche timido luccichìo nella mia chioma castano-scuro.
Dopo il primo parto i timidi luccichìi sono diventati sfrontate presenze, ma niente tinte ancora, trattamento colorante che svaniva dopo un tot di lavaggi.
Dopo il secondo parto, la situazione è decisamente peggiorata, ciuffi di mascalzoni pallidi si facevano largo sulla mia testa.
A questo punto la tinta era inevitabile e, ormai da 11 anni, ogni 40 giorni circa, sono dalla parrucchiera a coprire questo bianco/grigio che ormai si mostra senza pudore!
La cosa più simpaticamente assurda, poi, è che fino a che avevano un colore naturale, i miei capelli erano piuttosto fini, non troppo folti e con una crescita lentissima: ora sono più spessi e crescono di più di un centimetro e mezzo al mese, quindi le mie visite alla parrucchiera sono piuttosto ravvicinate.
Ogni tanto mi viene voglia di ribellarmi a questa schiavitù e di tagliarmi i capelli cortissimi e tenerli del loro colore naturale: tiè, vi ho fregato!
Ma poi, vanità femminile mi coglie e mi dico:"E se poi sembro mia nonna?".
Allora mi riprometto che prima o poi  smetterò: siccome non ho mai fumato e quindi non ho mai smesso di farlo, potrò pur avere il diritto di smettere di fare qualcosa?!
Sì, vero? Bene,  SMETTERÒ DI TINGERMI!....Forse....

Secondo voi :
la tinta è fondamentale?
Fino a che età?
Insomma: SMETTERE SI PUÒ?!

18 commenti:

  1. Carissima Io ho 37 anni e qualche capello bianco si intravvede, ma resisto, resisto!!! odio andare dal parrucchiere come ben sai, altro che ogni 0 gg, al massimo mi vedono ogni quadrimestre! Però la tinta la vedo come una condanna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io fino a 25 anni andava di rado, 2 volte l'anno per tagliare i capelli: bei tempi... :(
      Finchè puoi resisti, dopo ne diventi dipendente! ;)

      Elimina
  2. La tinta è una condanna e ora che sono costretta a farla mi guardo indietro a quando mi riempivo la testa di tinte e non ne avevo bisogno... Mi di della deficiente da sola. Però no, dai, è troppo presto per smettere. La prossima volta andiamo lo stesso giorno che forse riusciamo a far nevicare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fine maggio, cosa dici: ottimo periodo per la neve, no?!
      Lo segno sul calendario.
      ;D

      Elimina
    2. Fine maggio è perfetto :-D

      Elimina
  3. NOn non si può smettere la tinta. Io dopo il secondo parto ho un'aura grigia intorno, e non è angelica, è demoniaca e mi fa pesare quanto passa il tempo e quanto spesso devo andare dal parrucchiere. Io che ci andavo 1 volta l'anno, ora 1 volta al mese! E i ricci? Quasi spariti dopo il secondo parto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono i parti: ci sbiadiamo noi per colorare il mondo di bambini! :D

      Elimina
  4. Io ho un po' di capelli bianchi, non molti ma abbastanza visibili.
    Non li tingerò mai, neanche se dovessi avere tutta la testa bianca: è saggezza che si mostra! :)
    La parrucchiera ha anche smesso di proporlo, si è arresa.
    Nature è bello!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che tu hai ragione. E vorrei essere coraggiosa e andare in giro vantandomi del mio grigiore,ma non ho abbastanza fegato...per ora.
      Ma prima o poi ce la farò!
      ;D

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Io sono tinta-dipendente, ho iniziato quando ancora non ne avevo bisogno, figuriamoci se smetto adesso che qualche filo grigio si intravvede qua e la'...anche se quando vedo la Pivetti l'ammiro, porta benissimo i suoi capelli grigi...ma lo stile non è mica innato in chiunque:)
    Ben venga che piove quando vai dalla parrucchiera, trovi meno gente;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anch'io che ci siano donne che portano benissimo il grigio, alcune le trovo molto interessanti, spigliate e decisamente sicure di loro stesse, ma quando cerco di proiettare quell'immagine in me, mi viene in mente proprio ....MIA NONNA!
      Che non era proprio moderna e spigliata.
      Devo dire che in effetti non trovo mai tanta gente, gente più saggia di me che se ne sta a casa con la pioggia e meno grigia, anche! ;)

      Elimina
  7. Da vecchia signora tutte le volte che ho cercato di smettere di fare la tinta ai capelli mi accadeva qualcosa di triste e... il capello grigio mi abbatteva ancora di più! Quindi ovviamente, per ora, non se ne parla di smettere;l'unica cosa che faccio, non amando il parrucchiere, è fare la tinta in casa e vado dalla parrucchiera solo per il taglio e non molto spesso, quando esagero 5 volte in un anno!
    Credo che qualche vizio sia lecito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale vecchia signora! Smettila!
      Prendo nota che smettere non è consigliato, almeno per ora.
      La tinta a casa invece, me la sconsiglio da sola: schizzi di tinta ovunque, tranne che sui capelli!
      Potrebbe essere un'ideona televisiva, anzichè "Paint your life", invento "Paint your hair, paint your home", ah, ah! :D

      Elimina
  8. No, della tinta non si può fare a meno. Sono figlia di chi a 65 anni ha ancora i capelli biondi, forse non faccio testo, ma le donne che hanno i capelli grigi mi sembrano vecchissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia suocera ha 85 anni e si tinge i capelli castano scuro/chiaro, certo vederla adesso bianca farebbe un effetto invecchiante, ma ha pur sempre 85 anni! E'- un po'- vecchia! Ci deve pur essere un'età in cui smettere...ma quale?
      ;)

      Elimina
  9. Io non ho consigli da darti, ma ho letto un libro interessante "Io non mi tingo" di Anne Kreamer, Cairo, che mi ha fatto riflettere a modo mio in un post parecchio tempo fa. La giornalista ha fatto la scelta di liberarsi dalla tinta e racconta come la donna sia soggiogata socialmente al fatto di apparire giovane, cosa che per i maschietti non vale (il brizzolato fa chic!). Io non ho ancora avuto il coraggio di separarmi dalle meches, ma ogni tanto mi viene la voglia ;D! Mi manca solo il coraggio ;)))!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione, vado subito a prenotarlo in biblioteca, sono curiosissima!
      E...anche a me manca il fegato, come avrai già capito! ;)

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...