venerdì 11 maggio 2012

Grigi(e) Riflessi(oni)


Sto leggendo questo libro, che mi ha consigliato La Solita Mamma.
Vi ricordate della mia dipendenza da tinta, vero?
Ebbene, il libro è scritto da una affascinante professionista che dice cose che anch'io condivido,  in breve, questo:
una donna con i capelli grigi 
sembra più vecchia, se è trascurata e sciatta
sembra affascinante e interessante, se ben curata e sicura di sè.

Questa è l'autrice prima e dopo il grigio

www.annekreamer.com
Ora, voi penserete che sono un tantino ossessiva, ma OGGI, guardando il TG ho visto questa donna
Foto da Bresciaoggi.it

Si chiama Anna Maria Gatto è il presidente della V Sezione Penale del Tribunale di Milano (attualmente impegnata nel processo Ruby bis).
Non è giovane, ha i capelli grigi con un taglio asimettrico modernissimo, degli occhiali colorati e un'aria di chi decisamente sa il fatto suo.

E, sempre nello stesso servizio giornalistico,  ho visto questa
foto da Repubblica.it
Il suo nome lo conoscete, è un'igienista dentale e, purtroppo, consigliere regionale della Lombardia.
E' giovane, ha i capelli opportunamente conciati, faccia e corpo di plastica e un'aria di chi decisamente si fa i fatti suoi!

Ebbene, senza voler essere pesantemente moralista, mi pongo e vi pongo queste domande:
  1. CON QUALE DI QUESTE DONNE PASSERESTE UN POMERIGGIO DI CHIACCHIERE?
  2. A QUALE DI QUESTE DONNE CONFIDERESTE I VOSTRI PROBLEMI?
  3. A QUALE DI QUESTE DONNE CHIEDERESTE UN CONSIGLIO SINCERO E SPASSIONATO?
  4. QUALE DI QUESTE DONNE ASCOLTERESTE CON LA CONVINZIONE DI IMPARARE QUALCOSA DI IMPORTANTE?
  5. CON QUALE DI QUESTE DONNE NON VI VERGOGNERESTE DI GIRARE PER STRADA?
La mia risposta è: QUELLA CON I CAPELLI GRIGI.

Le considerazioni che si possono fare sono tantissime, aspetto le vostre.
Una mia, molto piccola, è questa: le donne devono imparare a scoprire il loro valore intrinseco.

LO SAPEVO, CHE MI VENIVA TROPPO SERIO QUESTO POST!!!!!!!


32 commenti:

  1. colpito nel segno.
    sto facendo meditazioni identiche sulla tinta e sul taglio anche io.
    le mie sono condizionate dalla pigrizia, ma prima ancora dalla chimica che ci mettiamo in testa (e nel corpo) durante la tintura.
    questo post mi dà un suggerimento in più, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finora ho fatto la riflessione sociologica, economica e femminile (non femminista!) e mi sono tenuta ben lontana dalla chimica. Lo sai perchè?
      Perchè ho una paura tremenda di approfondire l'argomento pasticcio-velenoso-che-mi-metto-in-testa, ma ora non ho più scuse, affronterò anche quello! ;)

      Elimina
  2. Serissimo direi. Sai già comunque qual'è la mia risposta: uguale alla tua... Ma non per questo smetterò di tingermi, no a quasi 38 anni... Più in là non lo escludo, ma ora no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autrice in realtà smette di tingersi a 49, perchè, guardando una sua foto insieme a sua figlia e una sua amica non tinta, si trova VECCHIA! Capisce che la sua tinta è una dichiarazione di vecchiaia incalzante, ma siccome sente un forte bisogno di manifestare la propria personalità inizia con il cercare la se stessa senza mascheramenti, da lì comincia il suo cambiamento.
      Ancora 11 anni di colore per te, allora?!
      ;)

      Elimina
  3. Ma dov'è finito il mio commento? :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11 anni minimo! :-)
      Sì era quello sopra!

      Elimina
  4. Evvai Ninin ;D!
    Bellissimo post! E quindi alla fine cosa hai deciso di fare?
    La settimana scorsa sono stata a cena con alcune mamme ultratretenni e mi ha colpita il fatto che alcune portavano i capelli del loro colore naturale, con qualche capello bianco, con una stupenda disinvoltura!
    Altre ovviamente sembravano pronte per andare a cena con tutt'altro che mamme-dell'asilo!
    Credo che noi donne comuni (la solita generalizzatrice vero?)siamo molto, ma molto meglio di quello che pensiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sto notando anch'io ora il grigio, da che sto leggendo il libro guardo come non mai i capelli di tutti, anche degli uomini e vedo certe cose "che voi umani..."! ;)
      Penso che smetterò di tingermi, non proprio subito, ma sicuramente fra qualche anno (non tanti però!). Tieni conto poi, che l'autrice ha impiegato almeno 2 anni per fare questa sua esperienza, perché in effetti passare dalla tinta al colore naturale non è immediato: però, ho visto foto di lei con dei capelli lunghi bellissimi, a fine "lavoro"! :)
      Ah, mi allineo assolutamente alla tua "solita generalizzazione". ;)

      Elimina
  5. A parole, sono convinta. Ma anche se la cara Minetti non la vorrei neanche come sciampista (tanto per restare in tema), la prima mi ricorda inevitabilmente maga Magò. Parlo per me, che porto i capelli lunghi e mi piaccio solo così. Forse è solo una questione di autostima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, Maga Magò!
      No, a me non è venuta in mente Maga Magò! :D
      Sarà che nel servizio al TG era ripresa seduta al centro della giuria con un'aria assolutamente autorevole e mi ha colpito il suo taglio , così fuori dagli schemi, fatto da una che se lo può permettere, perchè non perde in credibilità, insomma, per fare un paragone magico, più una versione femminile del professor Silente! ;)

      Elimina
    2. È decisamente un paragone più simpatico!
      So che il principio è giusto, che a noi donne viene chiesto di cercare di sembrare giovani il più a lungo possibile e questo è sbagliato. Ma psicologicamente una donna ancora giovane coi capelli grigi la penso come una che non si depila, in nome della naturalità del corpo e roba del genere. Dai cinquanta in su, è ragionevole non tingersi, ma vedo sia mia mamma che mia suocera (oltre i sessanta) ancora bionde e non riuscirei a immaginarmele diversamente. Pia illusione di eterna giovinezza o cura di sé?

      Elimina
    3. Non so risponderti.
      Ma forse ogni donna conosce la risposta giusta per sè, per la sua vita, sa quando finge e quando è ora di smetterla, sa quando si vuol bene e quando si trascura.
      In effetti, questo argomento, che può sembrare banale, apre tanti quesiti che riguardano il nostro modo di essere donne, la nostra identità, la nostra ricerca dello stare bene nella "nostra pelle".
      Non ho chiaramente giudizi definiti al riguardo, mi lascio interrogare, convinta che a una domanda si possa prima o poi trovare risposta, magari per ognuno diversa,ma pur sempre giusta. :)

      Elimina
  6. il problema è nel condizionamento voluto dal mercato che ha investito tutti i suoi soldi e tutte le sue forze per convincerci che se non compriamo quel prodotto, se non indossiamo quella marca, se non ci comportiamo come la massa, siamo out! No care, ho 40 anni e nessuna intenzione di tingere i capelli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che, nel libro, l'autrice fa proprio un calcolo economico e svela i retroscena del business che c'è dietro: ti convincono che non vai bene così, perchè ti devono vendere il loro prodotto e tu inizi a pensare che loro hanno ragione e allora compri e, quando tutti comprano, questa diventa la normalità. In pratica il naturale diventa l'eccezione e l'artificiale la regola, nel frattempo tu hai "perso" la tua immagine e ritrovarla diventa una scelta controcorrente, insomma un paradosso di proporzioni enormi.
      Ci sembra di essere libere/i di essere come vogliamo, invece siamo estremamente condizionate/i.
      Bisogna resistere!!! ;)

      Elimina
  7. Ninin cara, la mia risposta alle domande che poni è uguale alla tua, ma cio' non toglie che vorrei gli stessi capelli della z...ehm, volevo dire del consigliere regionale, perche' purtroppo per me l'apparenza conta quanto l'essenza, ahimè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai! I capelli posticci no! Perchè sono certa che i capelli della z...ehm, siano posticci!
      E poi Dony, non so, fra qualche ventennio, quando sarai 50enne (qui ci metto la strizzata d'occhio!), sarai splendida con il bianco!
      Il bianco è un bel colore e magari, sempre tra qualche ventennio, quando sarai 50enne (altra strizzata d'occhio), sarà di moda!!!(?)
      :D

      Elimina
  8. Decisamente una chiacchierata con una signora dai grigi capelli piuttosto che con un canotto tinto!!!!ad ogni modo hai visto il diavolo veste prada? Io doro meryl streep versione capelli bianki!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel libro è citata anche lei, pensa che è stata Meryl Streep a decidere il look del suo personaggio (bianca di capelli e non proprio filiforme), look in netto contrasto con il modello di donna glamour a cui lei impone adeguarsi.
      Anche qui per un motivo preciso: doveva passare il messaggio che una donna di potere non ha bisogno di modelli imposti da altri, una donna di potere decide da sè e, quindi può permettersi di essere ciò che vuole.
      Grande Meryl Streep!!! :)

      Elimina
  9. Da che ne ho memoria, mia nonna ha una testa impeccabilmente bianca, che mi è sempre piaciuta un sacco. Non si è mai tinta. Ma molti sostengono che parlare con lei sia molto piacevole.

    RispondiElimina
  10. Cara Ninin, l'importante è che non sia mio marito a leggere il tuo post, ho come l'impressione che le nostre risposte potrebbero non esser congrue!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel libro, l'autrice racconta dell'iscrizione a siti per trovare un compagno (per finta, perchè è felicemente sposata), ci mette le sue foto prima e dopo, per vedere il gradimento che ottiene, il risultato è stato che con i capelli grigi otteneva più visualizzazioni!
      Poi esce per locali, sempre con lo scopo di vedere se acchiappa anche col grigio, ebbene acchiappa anche così: insomma secondo lei il sex appeal non viene minimamente intaccato.
      Potrebbe essere un buon argomento con tuo marito! ;)

      Elimina
  11. Ho due colleghe di lavoro che ormai vicine ai 60 hanno deciso di lasciarsi grigie. Ecco, io direi loro di non lasciare almeno che il tempo le deprima, perchè vedo che il grigio sta invadendo anche i loro volti. Io vorrei a 60 anni avere il piglio intelligente e sveglio della presidentessa, e non l'alone sciagattato delle colleghe! La Minetti? Bella è bella, ma non potrei farmi amica una zocc....ooooops, m'è scappata....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, il grigio deve essere assolutamente "argentato", brillante!
      La tristezza, la rassegnazione, la sciatteria fanno tanti danni, spengono anche le personalità più attraenti: forse più che dal parrucchiere dovremmo fare sedute di autostima!! :)

      Elimina
  12. Come donna cinquantenne tinta, credo che ci siano anche altre donne in gamba e tinte,fra le quali scegliere.
    Io ho provato varie volte a smettere di fare la tinta ma non mi piacevo proprio; potrei aprire un nuovo capitolo su quello che del mio fisico non mi piace e che non posso cambiare (chirurgia estetica a parte, che ovviamente escludo).Con i capelli posso " divertirmi" (li tingo io e sono consapevole di ciò che la mia testa subisce)e penso di continuare a farlo fino a che questo vizio resterà tale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo ti devi piacere, pienamente d'accordo!
      Però, io che conosco te e la tua personalità assolutamente brillante, mi permetto di dire che la tinta non ti aggiunge niente, anzi, quando qualcuno ti parla e guarda è più attratto dai tuoi occhi azzurri, che dal colore dei tuoi capelli!
      :D

      Elimina
  13. Cara,
    sono perfettamente d'accordo con te.
    Se c'è luce dentro brilla anche fuori, altrimenti....
    E non significa essere per forza donne da copertina, è altro quello che intendo, e che credo tu abbia perfettamente capito.
    A presto!
    :)

    RispondiElimina
  14. i miei capelli bianchi sono iniziati a 17 anni, qualche filo, e mi piaceva l'argento che brillava nel castano; ho provato l'hennè ma sono pigra e odio i risciacqui, quindi non volendo diventare schiava della ricrescita, mi son tenuta i miei bellissimi capelli argentati, e i complimenti più belli sono stati quando m'hanno chiesto da chi avevo fatto le meches ^____^.
    Ieri mi sono regalata una permanente leggera (adoro i ricci!) e l'effetto mi piace moltissimo, non mi tingerei per nulla al mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, lo dicevo io, che l'importante è come li si porta questi benedetti capelli!
      Grazie per la tua incitante testimonianza Nadir e benvenuta! :D

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...