lunedì 10 dicembre 2012

Punge, ma scalda

Dovete scusarmi, perchè ieri non sono stata capace di pubblicare la mia rubrica domenicale: il collegamento web andava e veniva e, quando finalmente si è stabilizzato, era tardi.

Oggi vi volevo raccontare una bella esperienza, anzi due.

Mercoledì sono andata con mio Marito alla fiera dell'artigianato a Rho, è una fiera molto grande, organizzata per continenti, stati europei e regioni italiane. Non basta un giorno per visitarla tutta e noi abbiamo imparato a scegliere gli stand in cui comprare ciò che ci interessa. Dovevo comprare il sapone di marsiglia e quindi siamo andati in Francia, poi abbiamo fatto un giro per l'Italia e,  immancabile, per la Sardegna. Mio padre è sardo e ci sono prodotti che si trovano difficilmente in continente e che mi ricordano i miei nonni.
Mentre giravamo per gli stand sardi, abbiamo ritrovato un tintore di lana. Lo avevo scoperto grazie ad internet, alla ricerca di lana non tinta industrialmente. Ebbene lui tinge la lana (pura lana) usando le tradizioni delle donne sarde, tramandate nei secoli, usa le erbe, radici, tinture realmente naturali che si trovano in Sardegna.
Tra la lana che aveva in vendita, c'era quella lassù. E' lana di pecora sarda, costa poco perchè ...punge! Punge, ma tiene caldissimo...
Tutto ciò per dirvi che, a volte, si può apprezzare qualcosa o qualcuno, nonostante i suoi difetti.
Una persona, che posso definire spigolosa a tratti pungente, è senz'altro mio figlio, il Piccolo Principe.
E' un razionale, apparentemente freddo, piuttosto distaccato, fino a che non ti conosce profondamente, precisino e a tratti pedante, non ti dice mai niente per compiacerti, dice solo quello che pensa. E' sorridente, ma non ridanciano.
La scorsa settimana gli è successa una cosa a scuola.
I suoi professori hanno deciso che, mediamente ogni mese, gli alunni devono cambiare di posto, per far amicizia un po' con tutti. Lo trovo molto giusto e uno stimolo all'adattamento. Lo hanno quindi diviso dal suo compagno filippino.
Dopo una settimana, in cui il ragazzino era stato messo di fianco ad una coetanea, il professore di sostegno dice al mio Principe: "E' meglio che il Nostro-amico-fuori-luogo (vedi vecchio post) torni vicino a te, così lo aiuti" e di nuovo rimette i due fanciulli vicini.
Io naturalmente sono stata molto orgogliosa di lui, perchè vuol dire che finora ha aiutato il suo compagno che gli è stato riconosciuto questo merito, ha dimostrato  maturità e  altruismo. Lui non dice niente, come se fosse normale così.
Lui è così, come la lana sarda: PUNGE, MA SCALDA TANTO!

12 commenti:

  1. in mezzo a un mondo di tessuti tecnologici è una fortuna avere un figlio che scalda!

    RispondiElimina
  2. Sei una mamma dolcissima! Se il tuo ragazzo scalda tanto è sicuramente anche merito tuo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei dire che più che per merito mio, lui è così NONOSTANTE ME! ;D
      Un bacio.

      Elimina
  3. Io l'unica volta che ho indossato un maglione fatto di lana che punge me lo sono strappata via in preda a una crisi isterica, no, no, non mi piace mica a me sta similitudine :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah,ah,ah! Bentornata Dony! :)
      In verità, mi sono posta anch'io il problema della lana sulla pelle, ma credo proprio che la metterò sopra una camicia un po' spessa! ;)

      Elimina
  4. non sapevo fossimo conterranee...per parte di papà anche io!!!in fondo è un pò come noi sardi,anche noi sappiamo pungere ma anche scaldare tanto!!!

    francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A che bello, anche tu sangue isolano! :D
      Volevo scriverlo, sai, del "brutto" carattere dei sardi, (che credo di aver ereditato, tra l'altro! ;) ),ma penso che non sia comprensibile per chi non ha sardi in famiglia! Tu che ce l'hai, un sardo in famiglia, hai colto subito la somiglianza!

      Elimina
  5. Vabbè, ma quindi, scusami... sarò fuori tema ma lui allora non farà amicizia con nessun altro in classe?
    Tutti a girar per banchi e lui ad aiutare il suo unico e solo compagno di banco?
    Vedi cosa si guadagna poi a scaldare? Meglio pungere e basta, và.

    Rachele (in fase pessimistica?!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa tua fase pessimistica, mi fa morir dal ridere! :)
      No, non ti devi preoccupare, il Principe in questione, fa amicizia solo con chi gli va, senza forzature, lo puoi mettere in qualsiasi situazione sociale, non è mai a disagio, ma stringe rapporti solo chi gli piace. Quindi non c'è pericolo di impedirgli alcuna esperienza, lo fa da sè, in anticipo. ;)

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...