martedì 9 luglio 2013

4.57.01

Immagine dal web
No, non fatevi fuorviare dall'immagine, non ne ho trovata una adatta all'argomento.
A che cosa vi fanno pensare le cifre lì in alto, nel titolo?
Io l'ho capito subito!
Certo ero avvantaggiata, perchè avevo in mano il documento che le aveva stampate sopra.
Certo le ho lette, dopo aver sfogliato con ansia e stupore, un pizzico di delusione e una voglia matta di razionalità, anzi di matematica, anzi di conti che tornassero.
Non vi sto aiutando, eh?!
Vediamo se, con qualche indizio, ci arrivate prima di finire di leggere il post.

Diciamo che non da sole, ma insieme ad altre del tutto simili cifre, mi hanno allarmato alla prima occhiata.
Poi mi sono detta, no, non è possibile! 
C'è sicuramente un errore!
Eh, sì, perchè c'erano di fianco a questi tre numeri anche questi:
01/04 00.05 scritti così, senza commento.
Non è possibile! Adesso protesto! Aspetta, il numero verde dov'è!?
Un momento leggi bene prima...scorri l'elenco...no, non è un errore, ci sono altri numeri così, poi un elenco tutto uguale...non c'è nessun errore....
Devi accettarlo, lui non ha rispettato i patti, non ha badato a cosa faceva, non ha pensato alle conseguenze del suo gesto, delle sue scelte ed ora non vuole crederci neanche lui, nega, ma di fronte all'evidenza non ha parole, non ne ho neanch'io, sono ...molto... stanca...
Questo mese avremo una bolletta del telefono doppia rispetto al solito, una cifra troppo grossa, una cifra che non abbiamo mai pagato, in 17 anni di matrimonio.
Mai, in quasi 16 anni di vita di un figlio che non ha voglia di crescere.
Mai è stato usato da un componente della nostra famiglia il telefono a mezzanotte, per quasi  5 ore da quel momento, di nascosto, inutilmente e irrispettosamente.
Oggi è il giorno dopo quello della consapevolezza che dare la fiducia ai figli è un percorso tortuoso e per nulla scontato e che alla fine arriveremo provati e non per forza vincitori.

11 commenti:

  1. Posso capire il tuo dispiacere e la tua delusione...ma non sarà la prima nè l'ultima volta che uno dei tuoi figli ti darà un dispiacere o una delusione del genre, purtroppo :-( è la sorte dei genitori, è inevitabile! Anche i migliori figli prima o poi fanno qualcosa di cui poi si pentono o comunque che sanno che non andava fatta (io stessa devo confessare che un paio di volte nella mia vita so di aver deluso su questioni importanti i miei genitori e non immagini quanto mi pesi ancora oggi, nonostante il loro sincero perdono e le cose belle che so di aver fatto nei loro confronti e le soddisfazioni che ho dato loro).
    Forza, Ninin! Sei una donna in gamba oltre ad essere una mamma attenta, sensibile e intelligente. Saprai superare anche questo scoglio e quelli che inevitabilmente verranno nel corso della vita.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre molto carina e so che hai ragione.
      La verità è che sono molto stanca, ho esaurito le pile.
      Mi spiace soprattutto per lui, perchè non sa davvero cosa si perde, fa le cose senza poi trovarne un beneficio, per il solo fatto di farle, una gran perdita di tempo con una minimo vantaggio, boh!
      Comunque "domani è un altro giorno", anche se "ogni giorno ha la sua pena"!
      :)))

      Elimina
  2. Ninin, perche' non gli trovate un lavoretto da fare durante l'estate?
    Anche piccolo piccolo, ma che gli permetta di capire il valore dei soldi, soprattutto in un momento come questo, e la fatica che costa portarseli a casa.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Oh cavolo!!!! Concordo con Dony!!!!

    RispondiElimina
  4. @ Dony e @ Mammapiky
    Non te lo prende nessuno un minorenne di 15 anni. La responsabilità è troppo grossa, almeno per le persone serie.
    In realtà, gli sono stati proposti diversi lavori da fare in casa, anche cose che riguardano lui. Oggi, per esempio, si è messo a sistemare una vecchia bici, perchè la sua è decisamente arrivata al capolinea (a maltrattarla, si sa, va a finire così!). Ma sono momenti, lucidità improvvisa che dura lo spazio di un fulmine. Per il resto si adatta, ma non impara, non impara, c'è qualcosa in lui che lo blocca di fronte ai comportamenti più ragionevoli, non so. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accade che ha 15anni.
      Vale

      Elimina
    2. Quanto cavolo durano questi quindici anni?!!!!! ;)

      Elimina
  5. Caspita. Sono cose che succedono, ne ho combinate anch'io alla sua età... Però concordo con Dony.
    Un bacio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ragazze, a questo punto, avete l'indirizzo di uno schiavista?! ;)

      Elimina
  6. Io ho iniziato il tirocinio in ospedale che avevo un anno in piu' di tuo figlio, ma ogni tanto mi sfugge che i tempi non sono piu' quelli di una volta ;)
    Non sono mai stata mamma, ma sono stata una figlia moooolto difficile, e ti dico che è stato lontano dai miei genitori e sotto altre persone che ho imparato a prendermi le mie responsabilita'...se non verso me stessa, almeno verso gli altri.
    Un genitore ti mette soggezione fino a un certo punto, con un superiore, specie uno bello tosto, schiavista come dici tu, è diverso.
    Pero' al di fuori del mio ambiente di lavoro non ne conosco, mi dispiace :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto d'accordo, quando sei da solo e devi rendere conto in prima persona le cose cambiano, noi ce la mettiamo tutta a renderlo autonomo, ma sicuramente sbagliamo in qualcosa...
      Certo, che sfortuna, non solo si fa fatica a trovare lavoro di questi tempi, ma non si trovano neanche schiavisti!!!! ;D

      Elimina

Lasciami il tuo pensiero...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...